Crea sito

Suona l'allarme al Liceo Scientifico Galilei di Terni. Bomba nell'edificio o esplosione di un termosifone?

TERNI- Venerdì 23 novembre 2012
Questa Mattina alle 11 e 30 circa sono suonate le sirene di allarme al Liceo Scientifica Galileo Galilei di Terni,e dall’interfono dell’istituto è stato annunciato di evacuare immediatamente l’edificio.Inizialmente studenti e insegnanti pensavano si trattasse di una delle “solite” prove di evacuazione,sono quindi scesi a Piazza dell’orologio come previsto dal piano di Emergenza e hanno svolto le rispettive prassi.Solo successivamente visto che l’attesa per rientrare nell'edificio si prolungava sempre di più,si è iniziato a sospettare che non si fosse trattato di una prova.Il sospetto è stato poi confermato dall’arrivo luogo i carabinieri  con i cani della sezione cinofila che insieme ai collaboratori scolastici hanno perlustrato l'istituto, mentre alunni e insegnanti impazienti di avere notizie osservavano dell'esterno.Con l'arrivo delle forze dell'ordine è nata un'altra supposizione tra i presenti:anonimamente qualcuno aveva dato l'allarme alla scuola della presenza di una bomba all'interno dell'edificio; questo spiegherebbe l'arrivo dei carabinieri e della lunga attesa.Gli studenti radunati vicino al liceo chiedevano spiegazioni ai professori, che non sapevano cosa rispondere ; la paura e lo stupore hanno avuto il sopravvento, molti si sono chiesti,se la telefonata era stata un semplice scherzo e se tutto fosse ricollegato alla crisi quotidiana, e soprattutto se l'avvenuto ricapiterà di nuovo in futuro.Mentre se si fosse trattato dello scoppio di un termosifone (come indicavano alcune indiscrezioni), tutti gli alunni sperano di doversene state qualche giorno a casa,mentre vengono fatte le riparazioni.Anche dopo essere rientrati nell'edificio e aver ricominciato le lezioni,non sono state date spiegazioni né agli studenti, né ai docenti, lasciando tutto nel mistero.Anche sulle pagine facebook degli studenti del Galilei si conferma l'ipotesi della bomba, avendo però il sollievo che è stato solo un falso allarme.

                                                                       Giorgia Badoglio, Marcelli Daniele.